Una società di gestione immobiliare attiva da 18 anni raddoppia le entrate grazie a Airbnb

Scritto da Airbnb

Istantanea

  • Numero di alloggi che gestisce: 130
  • Prima pubblicazione di un annuncio su Airbnb: fine 2016
  • Risultato principale: le entrate sono raddoppiate in appena due anni
  • Altri risultati: Airbnb ha semplificato il processo di valutazione degli ospiti

La società Phillip Island Holiday Homes è stata fondata nel 2001, quando la casalinga australiana Bernadette Rudd decise che avrebbe potuto gestire meglio gli affitti della casa per le vacanze di famiglia rispetto all’agente immobiliare che aveva ingaggiato. Un vicino, colpito dalla dedizione di Bernadette, le chiese se avrebbe potuto gestire anche le prenotazioni della sua casa.

 

Oggi la società gestisce 130 alloggi nella spettacolare isola rustica, apprezzata per le sue spiagge incontaminate, i suoi pinguini minori blu e la sua enorme colonia di otarie orsine. Les, il marito di Bernadette, e i loro figli ormai adulti, Caleb e Joel, si sono uniti all’attività di famiglia.

 

I Rudd hanno vissuto un’esperienza quasi inaudita per una società familiare sul mercato da 18 anni: “La nostra attività ha raddoppiato le entrate in circa due anni”, afferma Joel. A suo avviso, la crescita dei proventi è dovuta soprattutto a due fattori: “L’aumento del numero di alloggi di cui ci occupiamo e Airbnb”.

 

Le due cose sono collegate. Fino a poco tempo fa, Phillip Island, a solo un paio d’ore di auto da Melbourne, era principalmente meta di escursionisti e turisti del weekend, interessati ad ammirare la fauna selvatica o ad assistere a una delle gare motociclistiche del Gran Premio d’Australia che si tengono regolarmente sulla pista dell’isola, lunga 4,3 km. Le attività di affitto immobiliare si basavano principalmente sugli annunci pubblicati sui giornali e sulle riviste locali.

"Sempre più persone che prenotano le nostre case provengono dall'estero o da un altro stato. Le prenotazioni vengono effettuate principalmente tramite Airbnb"

Joel, Phillip Island Holiday Homes

La portata illimitata di Airbnb ha trasformato radicalmente la situazione. “Sempre più persone che prenotano le nostre case provengono dall’estero o da un altro stato. Le prenotazioni vengono effettuate principalmente tramite Airbnb”, afferma Joel.

 

Il sistema di recensioni reciproche di Airbnb e il processo di verifica degli ospiti consentono agli host di risparmiare tempo, che i Rudd possono dedicare all’offerta di uno straordinario livello di ospitalità.

 

“Molte piattaforme hanno un sistema di recensioni a senso unico che permette agli ospiti di descrivere la propria esperienza, ma non sempre gli host possono fare lo stesso”, afferma Joel. “Abbiamo molta fiducia nel fatto che gli ospiti che prenotano su Airbnb si comporteranno con correttezza, perché anche noi possiamo affermare: ‘Queste persone sono ospiti fantastici, vi aspettiamo di nuovo in futuro!’. Nel raro caso in cui non si comportino bene, invece, abbiamo l’opportunità di condividere anche queste informazioni.”

Phillip Island è ricca di fauna selvatica autoctona, quindi i Rudd sono abituati a venire contattati da ospiti confusi su come affrontare un formichiere spinoso o una wallabia delle paludi che si aggira sul prato di casa. Hanno sempre a disposizione un cacciatore di serpenti per scacciare dagli alloggi che gestiscono le teste di rame, l’unico serpente velenoso dell’isola.

 

In gran parte grazie a Airbnb, però, possono occuparsi di queste richieste degli ospiti, e praticamente di qualsiasi altra, direttamente dalla comodità del loro ufficio di Melbourne. Ora sono liberi di concentrarsi sull’espansione della loro attività, aiutando più persone a condividere le proprie case.

 

Per questo motivo, le ambizioni dei Rudd sono cresciute notevolmente da quando hanno iniziato a pubblicare annunci su Airbnb tre anni fa. Ora sperano di decuplicare il numero di alloggi che gestiscono nel corso del prossimo decennio. “Non vedo perché non dovremmo espanderci oltre i confini di Phillip Island”, afferma Caleb. “La nostra forte crescita è stata resa possibile da Airbnb”.